SuperElma  - Gaeta - Montagna Spaccata




Description:
Between November 2009 and January 2010, three completely new routes were climbed and equipped on the crag of the Montagna split in Gaeta. They are all located on the part of the wall that is under the fence of the belvedere that looks at the corner of the Southern Cross. At the same time the street "From Cape to twelve" has been completely re-equipped. The ease of access and the beauty of the rock they make an easy alternative to the most popular and classic streets located on the other side of the Grotta del Turco. The path, open from below, is the first track on the part of the wall to the right of the Turkish cave Looking at the sea; that is the wall facing the Beatrice sector. It starts from the grotto of the Turk using the first two pitches of the transverse Mare Nostrum. Then it goes up the wall using a system of ledges and comes to the attack of Cape to Twelve, intersects the via dei Desideri and reaches the top of the Falesia coming out exactly at the end of the fence that delimits the lookout. Extremely panoramic way, it allows the continuous view on the most frequented paths of the Falesia, with limited difficulties and on very inviting rock. It is advisable to use the first 5 shots of the road to go out then with the Way "From Cape to Twelve" which, with the request of Fabrizo Antonioli, in December 2009 offers a spectacular climbing on solid protections.

Access:
You go down the stairs that lead to the Grotta del Turco and it attacks on the right side of the Grotto after passing some boulders.

First Climb:
Elma Pietrosanti e Riccardo Innocenti novembre 2009

  • Crag: Gaeta - Montagna Spaccata
  • Level: I/S2/6a+
  • Height: 0-120 / 150 m
  • Open Date: 2009
  • Beauty:
  • Gear: Elma Pietrosanti and Riccardo Innocenti 12 and 22 November 2009
  •    Latitude
    Longitude
    N 41.2044º
    E 13.5758º
  •    Latitude
    Longitude
    N 41.2054º
    E 13.5768º
  • Update: 05/05/2014
  • Reads: 14798

There are no pics in the gallery, click below to add them:

 
  Add Pitch

N. Pitch Length Description Level
1 L1 20 m si risale la parete di destra della Grotta su roccia umida e coperta da un muschietto verdino, attenzione ad un passaggio esposto, e si arriva su un grande terrazzo alto circa 10 metri sul mare. Qui si trova un ancoraggio per una corda doppia. III
Gr. Note:
2 L2 35 m Si effettua la doppia scendendo nel diedro camino sottostante di roccia friabile, tenendosi più a sinistra possibile fino a raggiungere una cengia con fix. Da qui si percorre la cengia per circa 10 metri si risale facilmente, III, un risalto con concrezioni e grandi clessidre per salire su un altra cengia che si percorre per qualche metro fino al suo termine. Si sosta su due fix. III
Gr. Note:
3 L3 20 m dalla sosta ci si abbassa un metro per entrare in un grande nicchia; dalla nicchia si esce alzandosi due metri in diagonale a sinistra. Si traversa a sinistra per poi scendere un metro e continuare a traversare a sinistra con delicatezza. Si giunge ad una comoda sosta su terrazzo con due fix e sasso incastrato in fessura. Fin qui si è percorso i primi tre tiri del traverso di Mare Nostrum in direzione Sud/Nord. 6a
Gr. Note: 6 fix
4 L4 25 m dalla sosta ci si alza in verticale lungo la fessura, 4a, per salire sul pulpito sovrastante. Si affrontano le placche con belle stallattiti, cordone in clessidra, e salendo in diagonale a sinistra si guadagna una grossa cengia ove si sosta comodamente su due fix a circa 5 metri dalle uscita delle placche. 6a
Gr. Note: 7 fix
5 L5 35 m si cammina a sinistra sulla cengia fino ad un diedro che si risale. Giunti ad pulpito panoramico a circa 20 metri in diagonale dalla partenza, la roccia si presenta compatta, bianca e ben appigliata. Si sale verticalmente un pilastrino solcato alla sua sinistra da una fessura, su roccia magnifica, e si giunge su un altra grande cengia ove si sosta su due fix sul suo limite destro. Da questa sosta parte la via “From Cape to Twelve” esattamente sulla verticale della sosta. Si consiglia come variante di uscita più difficile. Richiodata integralmente a fix nel dicembre 2009. Presenta ora il primo tiro di 6b+ continuo prima su strapiombo e poi su placca: Una roccia veramente eccezionale. Ora sono in posto 11 fix inox. Si giunge ad una comoda sosta su miscrocengia alla base di una parete gialla. Con il secondo tiro ci sis sposta a destra della parete gialla, si risale un bel diedro con grande clessidra e poi si supera , 6a+, lo spigolo a destra. Affrontata l’ultima sezione di roccia a gocce si sosta comodamente su catena sotto l’ultimo risalto prima della staccionata. 4b
Gr. Note: 7fix
6 L6 15 m si cammina a sinistra sulla cengia fino ad una bellissima fessura su roccia rossa che si risale con arrampicata entusiasmante. Alla fine della fessura si sosta in maniera comoda ma aerea su due fix in una cengetta. In questo punto si interseca la via dei Desideri che arriva da sinistra. 5b
Gr. Note: 6 fix
7 L7 35 m dalla sosta ci si alza un metro e si traversa decisamente a sinistra fino ad entrare in un bellissimo diedro concrezionato. Da qui si sale in vericale prima ad un terrazzino poi per pareti a gocce, 6a+ spesso continuo. Dopo 20 metri di arrampicata quasi verticale si va in leggera diagonale a sinistra per entrare in un diedro solcato da una fessura. Si risale il diedro e si sosta su comoda cengia su due fix esattamente sotto la staccionata in legno del belvedere. 6a+
Gr. Note: 10 fix

comments

 

You must be logged in to leave comments.