Moto Perpetuo



Vista generale della parete - G. Peruzzini Vista generale della parete
G. Peruzzini


 
Tracciato Via - G. Peruzzini Tracciato Via
G. Peruzzini



Description:
Timpa di S. Lorenzo, locality Colle di Conca - S. Anna, town of Terranova del Pollino (PZ), Pollino National Park. Long way in classic style in severe and wild environment, meetings with wild animals are not rare since the approach. The way develops on the panoramic and isolated wall upstream of the Raganello gorges.

Access:
From the highway SS 653 Sinnica exit at Noepoli or Terranova del Pollino and reach Terranova. At the beginning of the town turn left for Destra delle Donne and follow the main road (keeping the right in the main bivi) even when it becomes a dirt road. Reached a crossroads (Colle di Conca) now in view of the wall of Timpa Falconara, turn right (direction S. Anna), follow the new track parking near the church. From the Sa-Rc highway instead, you exit at Castrovillari-Frascineto, while for those coming from the SS 106 Jonica the exit is Villapiana scalo; in either case follow the SS 105 until the junction for Cerchiara-S. Lorenzo. Once you reach S. Lorenzo Bellizzi you pass it and, ignoring the junctions that lead to the Raganello Gorges and following the signs for Il Falco farm holidays, you reach Colle di Conca. Follow the trail with white-red signs that descend from the church into a small valley towards the balcony on the Raganello, right at the base of the Timpa. Shortly enter the suggestive cove of S. Anna, the characteristic shelf that cuts the base of almost the whole wall towards the valley. Follow the signposts along the ledge but ignore the turn that they then take to get off at the Raganello (the marked trail leads up to the "Scala di Barile"). Continue for easy traces along the ledge, overcome an obvious rocky bell tower about 10m high and the following smooth overhanging wall on the left (yellow and gray streaks). The attack of the street is located immediately after climbing a few meters to the left at a sturdy plant suspended in the wall (signs of paint, little man, cordon) (45 minutes from the parking lot).

First Climb:
G. Peruzzini – A. Manià

Stuff:
Normal mountaineering equipment (complete friend / nut series)

Descent:
From the summit follow the ridge and as soon as possible go down through the meadows towards S. Anna, entering the obvious mule track bounded on the sides by stones and then on the dirt road up to the church (55 minutes). In case of necessity it is possible to lower yourself in halves from the stops along the same ascent line (stops equipped with quick link).

  • Crag: -
  • Level: VI+ e A0
  • Height: 700 m
  • Open Date: 01/01/2009
  • Beauty:
  • Exposure: Southwest
  • Gear: Peruzzini, Manià
  •    Latitude
    Longitude
    N 39.9059º
    E 16.3060º
  •    Latitude
    Longitude
    N 39.9069º
    E 16.3070º
  • Type: The rock is generally good / excellent.
  • Note: Tempo di salita: 10 h.
  • Update: 22/06/2016
  • Reads: 38910

GALLERIES


L4 Fessura - G. Peruzzini
L4 Fessura
G. Peruzzini


 
L9 VI+ - G. Peruzzini
L9 VI+
G. Peruzzini


 

L12 Cresta - G. Peruzzini
L12 Cresta
G. Peruzzini


 
L14 - G. Peruzzini
L14
G. Peruzzini


 

L14 Torrioni - L. Cagnetta
L14 Torrioni
L. Cagnetta


 
Pini Loricati - G. Peruzzini
Pini Loricati
G. Peruzzini


 
  Add Pitch

N. Pitch Length Level
1 L1 55 m V
Gr. Note: Dalla comoda sosta su pianta seguire una fessura verso SX per poi salire in verticale affrontando direttamente i gradoni sulla SX (1 ch nascosto). Proseguire salendo in placca lungo l’evidente costone (2 ch). Tagliare verso DX un piccolo impluvio per raggiungere la cengia (S2, 2 spit).
2 L2 45 m V
Gr. Note: Dalla sosta direttamente su placca appoggiata (1 ch) lungo fessure, poi a SX su evidente rampa (clessidra). Uscita su stretta cengia (S3 su albero).
3 L3 35 m V
Gr. Note: Seguire la sottile cengia a SX per entrare nel breve camino (1 ch). Uscire in placca e scavalcare tettino (1 ch) fino a ripiano erboso (S4 su pianta).
4 L4 35 m V
Gr. Note: Attraversare a DX piccolo scivolo erboso, poi su placche appoggiate fino ad intercettare il filo di cresta grazie alla grande fessura verticale ben visibile dal basso. Uscita su comodo terrazzo (S5, 2 spit).
5 L5 40 m III
Gr. Note: Salire diretti per cresta (linea verticale poco a SX della sosta) fino ad ampia sella con boschetto (S6 su pianta).
6 L6 50 m IV+
Gr. Note: Attraversare il boschetto sulla DX per evidente traccia (conserva). Salire la placca concava al centro e uscire mantenendosi a SX lungo il margine del torrione roccioso (1 ch) (S7 su albero).
7 L7 40 m III
Gr. Note: Percorrere la cresta fino alla base della lunga dorsale rocciosa (S8).
8 L8 30 m V
Gr. Note: Superare frontalmente i risalti rocciosi affrontando la facile placca (1 ch) e il successivo evidente tettino fessurato (1 ch) (S9, 2 spit).
9 L9 40 m VI+
Gr. Note: Salire la dorsale rocciosa lungo la difficile fessura con blocchi incastrati per uscire su facili placche di cresta (3 ch) (S10 su albero).
10 L10 30 m V+
Gr. Note: V+ e A0 Seguire la linea di cresta fino ad un’affilata selletta (conserva). Dalla affilata selletta seguire la faticosa fessura (4 ch) e il sovrastante piccolo diedro, continuare con minori difficoltà lungo la dorsale (clessidra, 2 ch) (S11 su pianta).
11 L11 30 m V
Gr. Note: Proseguire in cresta (conserva). Ricercare la linea di cresta dapprima su placca poi lungo facile fessura (1 ch, varie clessidre), fino ad una piccola conca (S12 su pianta).
12 L12 25 m V
Gr. Note: Proseguire in cresta (conserva). Affrontare la placca sulla parte DX attraverso una piccola rientranza ed un seguente spuntone fino alla terrazza erbosa (1 ch) (S13 su pianta).
13 L13 120 m III
Gr. Note: Salire per cresta e pietraia fino a raggiungere una marcata rampa verso SX (all’altezza di un evidentissimo foro nelle rocce di cresta) da seguire fino al termine, per poi dirigere sotto gli imponenti torrioni giallastri già visibili dal basso. Grotta gialla alla base (S14).
14 L14 30 m VI
Gr. Note: Seguire la grande fessura a SX del pilastro appoggiato sul bordo della grotta (1 ch), raggiunto un terrazzino ignorare la 1^ fessura gialla per traversare delicatamente a DX (1 ch) (allungare le protezioni per evitare attrito) e seguire la seguente fessura/diedro fino all’aereo pianerottolo (S14, 2 spit).
15 L15 30 m VI
Gr. Note: Dalla sosta risalire lo spigolo sulla DX (1 ch) per seguire la lunga linea in diedro fino all’ampia cengia erbosa (S15 su masso in cengia).
16 L16 45 m VI
Gr. Note: Superare la cresta (conserva) Superare la cresta e seguire la netta fessura che sale mantenendosi a DX di vari tetti giallo-grigi (2 ch), continuare fino all’altezza del terzo tetto (il più grande) per traversare a DX (1 ch) (allungare le protezioni per evitare attrito) e salire nel canalino diedro fino al termine (S16, 2 spit).
17 L17 35 m IV+
Gr. Note: Percorrere la cresta sul lato sinistro fino alla base delle belle placche seguenti (conserva). Salirle lungo il bordo sinistro per uscire su comoda piazzola spostata qualche metro a DX della linea di salita (S17, 2 spit).
18 L18 30 m III+
Gr. Note: Seguire il filo di cresta (conserva) e immettersi nell’evidente canale verso DX sopra la sella (piccola frana), seguirlo per poi svoltare a SX percorrendo gli ultimi metri su facili risalti fino in vetta.

comments

 

You must be logged in to leave comments.