Casco: chi lo conosce?

Arrampicata e Alpinismo

dalla scarpetta al chiodo da ghiaccio...


Go to page Previous  1, 2
       

Purtroppo il casco non è sempre sufficiente; ci sarebbe bisogno di un po' di consapevolezza in più da parte di chi arrampica. Si deve stare attenti; arrampicare non è solo progredire e fare il passaggio, ma anche stare attenti a non far cadere nulla di sotto. Primo, per non uccidere il compagno che ti fa sicura, secondo, per non tagliare o danneggiare la corda alla quale siamo assicurati, terzo, ma non meno importante, per evitare di fare male a chi arrampica nelle vicinanze.
Domenica per poco non ci scappava una strage a sperlonga.
Un FESSO ha deviato dalla via che stava facendo (la via del matrullo da secondo) e si è andato a infilare su un terrazzino pieno di pietre instabili. Risultato: frana sulla folla sottostante (c'era un corso del cai) ed è stato un miracolo che nessuno si sia fatto male. In questo caso il casco non sarebbe servito a nulla... :?
Quindi: Cervello acceso anche di giorno e casco ben allacciato!! 😉

30/11/04 @ 13:47:15
 
 
 

Ugo33 wrote:
Heinz wrote:
... essendo nuova cade ancora qualche sassetto (Parecchi a dire il vero)...

Forse allora la mancanza di affollamento non dipende dall'avvicinamento ma dalla selezione naturale che le pietre fanno tra coloro che non mettono il casco....!? :mrgreen:

Per altro lo stesso giorno un ragazzo di è aperto la testa a seguito di un volo chiamato da 1 metro sopra il rinvio ( cosa apparentemente inspiegabile ( sospetto generosissimo lasco da parte del compagno di sicura che aveva dato per scontato il moschettonaggio dando corda con largo anticipo e poi anzichè recuperarla quando il disgraziato ha detto "volo" gliene ha data altra.
Comunque credo se la sia cavata con una decina di punti, nel pomeriggio gli amici rimasti in parete hanno ricevuto rassicurazioni circa l'esito positivo della tac che ha trovato la scatola cranica integra anche se non particolarmente piena

03/12/04 @ 12:32:49
 
 
 

marcodp wrote:
Purtroppo il casco non è sempre sufficiente; ci sarebbe bisogno di un po' di consapevolezza in più da parte di chi arrampica. Si deve stare attenti; arrampicare non è solo progredire e fare il passaggio, ma anche stare attenti a non far cadere nulla di sotto. Primo, per non uccidere il compagno che ti fa sicura, secondo, per non tagliare o danneggiare la corda alla quale siamo assicurati, terzo, ma non meno importante, per evitare di fare male a chi arrampica nelle vicinanze.
Domenica per poco non ci scappava una strage a sperlonga.
Un FESSO ha deviato dalla via che stava facendo (la via del matrullo da secondo) e si è andato a infilare su un terrazzino pieno di pietre instabili. Risultato: frana sulla folla sottostante (c'era un corso del cai) ed è stato un miracolo che nessuno si sia fatto male. In questo caso il casco non sarebbe servito a nulla... :?
Quindi: Cervello acceso anche di giorno e casco ben allacciato!! 😉

Ahh allora non capitano solo a me ste cose....

03/12/04 @ 12:33:32
 
 
 

morale della favola....compriamoci tutti 'sto casco 😃
io oltretutto ho un buono da 100€ (il regalo molto in ritardo per il mio compleanno da parte di amici) da spendere al rifugio. Ma con i soldi che avanzano che ci compro? :grat:
quasi quasi apro un 3d per discutere come investire il mio buono (avrei preferito una bona, ma bisogna accontentarsi)

03/12/04 @ 12:57:24
 
 
 

jax wrote:
morale della favola....compriamoci tutti 'sto casco 😃
io oltretutto ho un buono da 100€ (il regalo molto in ritardo per il mio compleanno da parte di amici) da spendere al rifugio. Ma con i soldi che avanzano che ci compro? :grat:
quasi quasi apro un 3d per discutere come investire il mio buono (avrei preferito una bona, ma bisogna accontentarsi)
:grat: :grat:
Volevi investire una bona!! 😯 😯
Mah!! :?

03/12/04 @ 15:11:30
 
 
 

sabato arrampicavo in un diedro che terminava in un tetto, ho arrampicato così velocemente che non mi sono accorto quando arrivava il tetto e gli ho dato una sonora zuccata, per fortuna avevo il casco: "pootevo rimanere ooffeeeeesoo"

13/12/04 @ 12:35:27
 
 
 

Heinz wrote:
sabato arrampicavo in un diedro che terminava in un tetto, ho arrampicato così velocemente che non mi sono accorto quando arrivava il tetto e gli ho dato una sonora zuccata, per fortuna avevo il casco: "pootevo rimanere ooffeeeeesoo"
😯 😯
Ma sei sicuro che è di un casco che hai bisogno??

13/12/04 @ 12:47:52
 
 
 

In realtà stavo facendo un pensierino su questo:



Lo zaino con l'airbag: Mitico!

13/12/04 @ 13:20:08
 
 
 

😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯

13/12/04 @ 13:49:21
 
 
 

Heinz wrote:
In realtà stavo facendo un pensierino su questo:

Lo zaino con l'airbag: Mitico!


Ma è antivalanga? Non credo sia anticaduta.

Cmq un blocchetto da un kilo che precipita per 25 metri temo riesca a far danno anche oltre un casco normale.
Sono d'accordo cmq nell'uso del casco per l'assicuratore. Per la salute di chi arrampica, soprattutto se non usa il Gri-gri. Per la sua salute invece, in ogni caso.

20/07/05 @ 22:01:11
 
 
 

Chicco wrote:
Heinz wrote:
In realtà stavo facendo un pensierino su questo:

Lo zaino con l'airbag: Mitico!


Ma è antivalanga? Non credo sia anticaduta.

Cmq un blocchetto da un kilo che precipita per 25 metri temo riesca a far danno anche oltre un casco normale.
Sono d'accordo cmq nell'uso del casco per l'assicuratore. Per la salute di chi arrampica, soprattutto se non usa il Gri-gri. Per la sua salute invece, in ogni caso.

chiaramente anche se hai il casco e ti precipita addosso un masso di 30 tonnellate c'è poco da fare, però un sassolino da 200 grammi che di suo è più che sufficiente ad aprirti una feritoia per le monetine nella testolina il casco lo devia lasciandoti illeso.

quest'inverno ero al gran sasso e sulla ferrata un mio amico è stato centrato dalla classica gragnuola di sassi che lo ha investito in pieno da oltre 30 metri, la maggior parte hanno centrato il casco e questo strumento ci ha permesso di continuare allegramente la gita anzichè portarlo a valle in una maschera di sangue.

01/09/05 @ 07:54:17
 
 
 

Re: Casco: chi lo conosce?

come dice qualcuno... il casco, andando in montagna, s'indossa la mattina seduti sul letto e si toglie la sera, dopo essersi assicurati di aver sprangato la porta di casa...

01/09/05 @ 09:48:23
 
 
 

Re: Casco: chi lo conosce?

Concordo con heinz pienamente...

03/11/05 @ 03:07:26
 
 
 
Display posts from previous:

       
Go to page Previous  1, 2
Page 2 of 2