via Longa  - Stallavena



Su L2 - www.nikobeta.net Su L2
www.nikobeta.net
www.nikobeta.net

 

Descrizione:

A questa vietta sono particolarmente legato ed affezionato.
Grazie a lei ho mosso i primi passi da capocordata ormai troppi anni fà e sempre grazie a lei ho fatto scoprire la gioia di “partire dal basso ed arrivare in alto” a molti altri alpinisti in erba.
La ritengo molto didattica e divertente, non mi sono mai stancato di ripeterla e mai lo farò ed anche se ora non mi incute più il timore della prima salita, so bene arriverà presto un giorno che uscendo sbuffando dal camino esclamerò:
“Però … me la ricordavo più facile sta via!”


Accesso:

Dal tornante nei pressi del cimitero scendere indifferentemente da uno dei due sentieri, che dopo poco si congiungono. Lasciare sulla DX quell’orrendo scempio ambientale di croce con cuore rosso polimero e scendere per roccette tenendo la SX.
Passare sotto al settore “Palestrina” e poi “Peruviana” fino ad arrivare al settore “Longa“.
La nostra è una delle prime vie, attacco con scritta e bollo in giallo nei pressi di una larga fessura aggettante.
Tot: 10/15 min


Prima Salita:

Angelo Pojesi primi anni ’40


Materiale:

NDA e 10 rinvi


Discesa:

2 possibilità:

A) Discesa classica tramite 2 doppie (oppure 1 unica da 50m), la prima da S3 (catena su pianta) 30m fino ad S2 e la seconda da 20m fino alla base. Tot: 20/30 min
!!! Attenzione che sotto ci sono monotiri del settore "Longa" e quindi è frequentata. In caso di arrampicatori sotto passare alla soluzione B

B) Non attrezzare S3 su pianta ma appena dopo, su 2 resinati in pianoro. Da li salire per terreno elementare brevi roccette e congiungersi al sentiero sommitale che scendendo in direzione S congiunge in breve al cimitero o tornante. Tot: 10 min


  • Falesia: Stallavena
  • Difficoltà: 4c
  • Altezza: 350-400 / 70 m
  • Data Apertura: Angelo Pojesi primi anni ’40
  • Bellezza:
  • Esposizione: E

  • Chiodatura: Angelo Pojesi primi anni ’40 ora a spit-fix e resinati.

  •    Latitudine
    Longitudine
    N 45.5494º
    E 10.9974º
  •    Latitudine
    Longitudine
    N 45.5476º
    E 10.9962º
  • Tipo: Calcare lavorato.
    I primi due tiri risentono della frequentazione come monotiri e catene di sosta, il terzo è su roccia bellissima.

  • Nota: foto ed altre info su:
    www.nikobeta.net/climbing/sportiva/via-longa-stallavena/

  • Logistica: Attenzione al P sul tornante a volte vetri rotti. P dalla Chiesa o vicino al bar osteria Castel così sarete poi già vicini per il terzo tempo.

  • Aggiornato: 13/10/2020
  • Letture: 850

Non ci sono ancora foto nella galleria clicca sotto per inserirne:

 
  Aggiungi Tiro

N. Tiro Nome Lung. Descrizione Difficoltà Obbl.
1 L1 25 m L1 25 4b 7 fix Attaccare in corrispondenza di una larga fessura aggettante (bollo e scritta gialla) quando questa diviene placca traversare leggermente verso DX seguendo sempre i fix gialli. Passo tecnico e poi si perviene alla sosta originale su un terrazzino che consiglio saltare. Salire un’altra breve fessura ed appena rinviato (allungare) stare bassi e traversare a DX su belle gocce esposte ma facili, puntando alla comoda sosta S1 su catena (in comune con “Quando il cielo non è più blu”). 4b 4b
Gr. Nota:
2 L2 15 m L2 15m 3c, 4a 3 fix + soste + 1 cordone Traversare 2m a DX (fix evitabile) e quindi salire la breve fessura fino alla evidente cengia mediana. Traversare per terreno facile ma esposto rinviando qualche sosta per poi in corrispondenza dello spigolo abbassarsi (1 cordino in clessidra + 1 fix) con passo non intuitivo. S2 su catena comoda alla base del camino ma non ci si sente con S1. 4a 4a
Gr. Nota: Traverso facile ma esposto. Allungare le protezioni.
3 L3 tiro chiave 35 m L3 35m 4b, 4c, 4a 9 fix Entrare nel camino con larga spaccata e salirlo con bella arrampicata fino ad un passo appena più difficile ove si usa pure la placca di DX. Sopra le difficoltà calano ma non mollano fino alla pianta con catena. Consiglio di fare sosta S3 appena sopra su pianoro, 2 resinati da collegare. 4c 4b
Gr. Nota: Abbastanza continua sul grado. Bellissimo diedro.

commenti

 

You must be logged in to leave comments.