via Nicola Simoncelli  - Brentino Belluno



da S3 - © www.nikobeta.net da S3
© www.nikobeta.net
www.nikobeta.net

 
su L4 - © www.nikobeta.net su L4
© www.nikobeta.net
www.nikobeta.net


Descrizione:
Logica alpinistica serpeggia in mezzo a placche e strapiombi di eccellente calcare.

La firma e classe del Coltri esce limpida e se si guarda l’anno di apertura non si può che ritenere questa via come un emblema dell’aria del “Nuovo mattino” che ha spazzato la val d’Adige negli anni ottanta e ne ha tenuto lontano le nubi per molti anni a seguire.

Itinerario imperdibile per intenditori ed amanti delle vie sportive solo nelle protezioni.

Accesso:
P sulla strada nei pressi del cimitero di Brentino (occhio ai furti), percorrere la strada direzione S fino alla fine del vigneto e poi per traccia ripida verso W dapprima su ciotoli e poi nel bosco. Attenzione al raccordo con le Pale Basse (Mamma Olga) salire ancora e non traversare. Poco dopo si incontra una breve fascia rocciosa che si supera con 2 corde sul posto (terreno friabile, rimanere o vicini od al riparo fuori dalla verticale). Dopo 30 min si arriva al secondo raccordo alla base della Pala del Boral, La via è già visibile proprio difronte a noi ora.

Ancora a SX verso il al Sass de Mesdì per pochi metri in falsopiano fino a che non si stacca una traccia che sale a dx verso la parete.

Targhetta metallica 2 ne indica inconfutabilmente l’attacco.

Tot 30/45 min

Prima Salita:
Sergio Coltri

Materiale:
utili friends fino al 2 e qualche nuts

Discesa:
a) Tramite 2 doppie, 1 da 50 ed 1 da 62m si perviene alla base della parete proprio alla targhetta metallica. Poi a ritroso al P in 45 min.

b) Salire legati qualche metro fino a deboli tracce di sentiero che poi con andamento verso N in falsopiano conducono allo scosceso boschetto che tramite qualche fissa e pianta riporta alla cengia basale alle pareti. Da qui a ritroso fino al P. Ore 1. Soluzione non testata.

  • Falesia: Brentino Belluno
  • Difficoltà: 6b
  • Altezza: 140-600 / 150 m
  • Data Apertura: 22/09/1988
  • Bellezza:
  • Esposizione: E, NE.
    In ombra al pomeriggio
  • Chiodatura: S2, Sergio Coltri
  •    Latitudine
    Longitudine
    N 45.6322º
    E 10.8595º
  •    Latitudine
    Longitudine
    N 45.6333º
    E 10.8681º
  • Tipo: Splendido calcare grigio.
  • Nota: L1 25m 5c / 6a partenza dritti a dx di una diedrino da doppiare con passo in strapiombo. Poi placca fino alla sosta

    L2 30m 6a+ Strapiombino ed ancora dritto per bella placca fino ad un deciso traverso a dx che adduce ad un comodo terrazzino. Da li alzarsi atleticamente a vincere un passo difficile e poi sempre a dx con tecnica arrampicata.

    L3 30m 6b A sx in traverso verso il marcato diedro fessura, salire un difficile passo in strapiombo e poi portarsi dentro al diedro fino al suo termine. Uscire su un pulpito appoggiato e da li salire la bella e tecnica placca fino a che si può agevolmente traversare a sx alla sosta appesi. Qui la seconda doppia.

    L4 35m 6b Subito strapiombino a doppia lama da aggirare con astuzia verso dx, giunti sulla placca armarsi di coraggio e calma che non molla per molti metri, a metà lungo passo obbligato. Poi a sx più facilmente verso la sosta appesi. Tiro chiave per continuità

    L5 30m 6a, 6b+ Dritti per placca che aumenta di difficoltà man mano si sale. A metà passo molto tecnico e non intuitivo, poi più facilmente fino ad una ultima fessura erbosa in sosta, comoda. Prima doppia
    .
    sviluppo 150 m
    gradazione 6b+ (6b obbl.), S2, II

    relazione su:

    https://www.nikobeta.net/climbing/sportiva/via-nicola-simoncelli/
  • Aggiornato: 08/04/2019
  • Letture: 1020

GALLERIE


su L2 - © www.nikobeta.net
su L2
© www.nikobeta.net
www.nikobeta.net

 

commenti

 

You must be logged in to leave comments.