urbe - rocche dell orbarina

  QRCODE


Le Rocche dell'Orbarina dalla Cava Martinotti - Enrico Ferraro, 16 Agosto 2015 Le Rocche dell'Orbarina dalla Cava Martinotti
Enrico Ferraro, 16 Agosto 2015




  • Imponente struttura, proporzionalmente all'area generalmente parca di roccia ove è ubicata, che si affaccia, intervallata da grandi cenge erbose, sul torrente Orbarina.
    I lavori di disgaggio e chiodatura hanno interessato inizialmente la parte più a sud della parete principale ed una piccola struttura indipendente ad essa adiacente, rivelatasi poi ottimo terreno di sperimentazione per chi muove i suoi primi passi su roccia.
    Altri itinerari sono in cantiere sul corpo principale e sull'ala nord, tutti legati ad una indispensabile (e ciclopica!) opera di disgaggio.
    Date le caratteristiche morfologiche della roccia, la scalata è fortemente legata alla sua discontinuità, ma lo scenario incantevole, i severi profili di queste serpentiniti, nonché la verginità del sito in sé, rendono una visita a questo piccolo angolo di mondo un must per gli amanti della natura selvosa tipica dell'entroterra ligure.

    E' IN VIGORE IL DIVIETO DI ARRAMPICATA PER NIDIFICAZIONE AVIOFAUNA DAL 1 DICEMBRE AL 31 LUGLIO!
  • Accesso: In auto:
    Usciti a Masone, si risale il passo del Turchino e si svolta in direzione Passo del Faiallo. Si superano i paesi di Vara Superiore, Vara Inferiore (Pilastrino delle Coccinelle e Rocca della Marasca in zona) e si raggiunge la località di San Pietro d'Olba. Proseguendo per Sassello, giunti in loc.La Carta si svolta a sinistra in direzione Alberola/Monte Beigua. Lasciandosi alle spalle le ultime abitazioni, cercare sulla sinistra un ripido bivio in discesa in mezzo ad una brusca curva a destra. Imboccata la strada privata, prestando attenzione ad eventuali auto in arrivo in direzione opposta, si raggiunge un casottino in lamiera nei pressi del serbatoio dell'acquedotto. Qui lasciare l'auto nell'ampio spiazzo sterrato adiacente.
    Avvicinamento: Seguire il sentiero che, lato acquedotto, si addentra nel bosco a mezza costa in direzione opposta a quella di arrivo al posteggio (ometto e bollo rosso).
    Il sentiero procede per circa 250 metri in falso piano per poi cominciare a salire. Guadagnati pochissimi metri, lasciando il sentiero principale si devia a sinistra nel bosco (discesa, ometti e bolli rossi) per ca 100 mt. Raggiunto un piccolo spiazzo in mezzo al bosco, proseguire verso destra rispetto al senso di marcia per raggiungere dopo altri 200 mt le balconate di roccia aggettanti sul Torrente Orbarina, che scorre 100 metri più a valle. Da qui, sempre per bolli rossi su ampissima cengia molto esposta, raggiungere la base della placca rondinella e quindi l'ala sud della parete dell'aquila.
  • Falesia: urbe - rocche dell orbarina
  • N. Vie: 25
  • Difficoltà: 4a/7a
  • Altezza: 750 mt.
  • Bellezza:
  • Esposizione: Perfetto per le belle mattinate invernali, le giornate di mezza stagione ed i freschi pomeriggi estivi. Sconsigliata nelle giornate umide.
  • Tipo Roccia: Serpentinoscisti
  • Latitudine/Longitudine
    N 44.4782º/E 8.5780º
  • Latitudine/Longitudine
    N 44.4813º/E 8.5768º
  • Accuratezza delle coordinate:
  •  Curatori / Principali wikiers: EnRi978: 145,
  • Logistica: Prestare attenzione sulle ampie cenge esposte nel tratto finale di avvicinamento ed alla base dei tiri dell'ala dell'aquila.
  • Aggiornato: 16/06/2017
  • Letture: 4201

Non ci sono ancora foto nella galleria clicca sotto per inserirne:

 

Non ci sono ancora Video nella galleria clicca sotto per inserirne:

 

Settori (Vie)

N. Nome Vie Grado
1 Parete dell'Aquila - Ala SudParete dell'Aquila - Ala Sud 10 4b/6b
2 Placca RondinellaPlacca Rondinella 5 4a/5c
3 Parete dell'Aquila - Ala NordParete dell'Aquila - Ala Nord 8 6a+/7a
4 Parete dell'Aquila - Corpo PrincipaleParete dell'Aquila - Corpo Principale 2 5c/6a+
N. Nome Lung. Difficoltà

commenti

 

Falesia Avatar
   
500
Leave a comment...