Si è spento Tito Traversa

Tito Claudio Traversa, è morto oggi dopo aver lottato duramente per tre giorni presso l’ospedale di Grenoble, dopo un volo da circa 17 metri di Orpierre. Era insieme al gruppo sportivo della sua palestra, senza i suoi genitori.

«Il nostro piccolo grande Tito adesso è un Angelo e ha dato i suoi organi per far vivere altri bambini – ha comunicato oggi la sua famiglia - Sarà per sempre nel cuore di mamma e papà».

Solo pochi giorni fa, il dodicenne biellese, il ragazzo-prodigio dell’arrampicata italiana, aveva realizzato il suo quarto 8b+.

Secondo quanto riportato su La Stampa.it, la dinamica dell’incidente sarebbe stata chiarita. I due istruttori hanno infatti spiegato alla gendarmeria francese che Tito aveva utilizzato un’attrezzatura non sua. Gli ultimi 4 moschettoni erano stati agganciati male e non è stato facile vederlo perché coperti da gommini, usati per limitare l’attrito dei rinvii con le fascette. «Solo un occhio esperto se ne sarebbe accorto. Nessuno, però, ci ha detto che quei rinvii erano stati cambiati. Se lo avessimo saputo avremmo verificato».

Tito Traversa era uno delle promesse dell’arrampicata italiana, un grande esempio di passione per lo sport. Nato nella città di Ivrea il 22 aprile 2001, ha realizzato il suo primo 8a, quando aveva solo nove anni, a 10 e aveva fatto un paio di 8b e quando ne ha compiuti 11, poteva già appuntare sul tacquino il suo primo 8b+ al Tetto di Sarre, in Valle d’Aosta: “Sarsifal”.

Negli ultimi mesi, ha chiuso tre vie di 8b+, le prime due nella stessa scuola di Tetto di Sarre (“Sogno di Kriptonite” e “ParsiSarsi”), e l’ultima nella zona vicino alla sua casa a Gravere, “Paul Diretta” 8b +.

Lo scorso anno ha trascorso le sue vacanze a scalare in Spagna a Margalef in Spagna, dove ha salito il suo primo 8b a vista “La Perdonavidas”.
06/07/13 @ 05:22:47
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Ciao fede,
ho cercato di approfondire su internet, ma ancora non ho compreso bene la dinamica.

Tralasciando i gommini ( che ancora non ho capito cosa siano di preciso ) che pare abbiano "solo" avuto il maledetto ruolo di impedire la visione di un eventuale errore

come si "aggancia male" un rinvio?

L'unico modo che mi viene in mente, specificatamente nell'attacco di un rinvio, è quello di lasciarlo con l'apertura a metà.
Qui è capitato per ben quattro volte di fila.

E' possibile o ho capito male io?
06/07/13 @ 16:18:56
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Ho cercato anch'io ma rimane ancora una storia che non convince. Una ipotesi, ma mia personale, è che i gommini siano quella parte che aumenta l'attrito tra moschettone e fettuccia, in pratica degli spessori, e che invece che agganciare il moschettone al gommino dentro la fettuccia, abbiano agganciato il moschettone solo al gommino "fuori" dalla fettuccia, ma mi sembra un errore troppo grossolano.
06/07/13 @ 16:28:20
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Guarda qui c'è un articolo in inglese sull'accaduto.

Al di là che parla di 8 rinvii, forse spiega meglio nel dettaglio cosa sia successo, ma purtroppo l'inglese non è il mio forte...

http://www.climbing.co...fter-fall/
06/07/13 @ 16:31:20
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

La tua teoria sembra attendibile

qui http://www.up-climbing...addio-tito

si dice "...sembra che Tito abbia utilizzato il set di rinvii di una compagna, il cui moschettone era passato solo nel gommino e non nella fettuccia"

Sti cacchio di gommini non li ho mai visti in giro, ci farò caso la prossima volta che passo ad uno Sport Specialist, almeno ho imparato qualcosa
06/07/13 @ 16:37:06
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Sì, leggendo l'articolo in inglese sembra proprio così, ma rimane comunque un errore troppo grave in quanto rimarrebbe l'asola della fettuccia "vuota" e immagino si noterebbe.
06/07/13 @ 16:43:00
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Ho capito,
guardati sto video!!

http://vimeo.com/4138205

Allucinante
06/07/13 @ 16:47:40
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Si il video fa paura per la semplicità con cui si può sbagliare ed in effetti non si nota molto l'errore con le fettucce aperte.
06/07/13 @ 16:56:11
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Una notizia sicuramente triste. Si sa che è uno sport comunque pericoloso e tutti pensiamo sempre: a me non capiterà mai nulla. Più volte, col senno di poi, ho rischiato parecchio.
Dobbiamo davvero avere sempre mille attenzioni, per noi e per chi ci fa sicura.
08/07/13 @ 04:22:46
 
 

Re: Si è spento Tito Traversa

Purtroppo l'arrampicata da facilmente un senso di "falsa sicurezza" invece anche un singolo fail per un errore banale od una rottura meccanica può avere conseguenze irreversibili come nel caso del povero ragazzino. tra l'altro per la dinamica ( che adesso mi pare chiara ) era una vera e propria "trappola" di cui era difficile accorgersi con uno sguardo, una trappola che tecnicamente potrebbe capitare a tutti ( anche io spesso ho arrampicato con rinviii altrui senza controllarli e solo ora mi rendo conto di aver commesso una leggerezza ).

😖
19/07/13 @ 08:33:46
 
 
Mostra prima i messaggi di:

       
Pagina 1 di 1