Vai alla pagina 1, 2, 3  Successivo
       

chiodatore

Ho una domanda da fare.

Il chiodatore di vie in falesia è una figura professionale riconosciuta oppure qualsiasi persona armata di trapano può andare e fare buchi sulla roccia
per creare nuove vie?

Grazie.
10/11/11 @ 17:40:19
 
 

Re: chiodatore

.......la seconda che hai detto...
10/11/11 @ 20:14:35
 
 

Re: chiodatore

atsimo ha scritto:
.......la seconda che hai detto...


non ne sarei tanto sicuro...
11/11/11 @ 09:36:38
 
 

Re: chiodatore

Mr.Orange ha scritto:
atsimo ha scritto:
.......la seconda che hai detto...


non ne sarei tanto sicuro...

spiegati meglio
11/11/11 @ 20:14:31
 
 

Re: chiodatore

atomer82 ha scritto:
Mr.Orange ha scritto:
atsimo ha scritto:
.......la seconda che hai detto...


non ne sarei tanto sicuro...

spiegati meglio

a quanto ne so il chiodare una falesia implica delle responsabilità...
ti faccio un esempio banale:
1-tu chiodi una parete
2-tutto contento la pubblichi su falesia.it
3-arriva tizio che arrampica sulla tua via e si scatafascia in terra perchè la sosta che hai messo col vinavil non ha retto
4-ti fanno un culo così
14/11/11 @ 17:34:34
 
 

Re: chiodatore

Mr.Orange ha scritto:
atomer82 ha scritto:
Mr.Orange ha scritto:
atsimo ha scritto:
.......la seconda che hai detto...


non ne sarei tanto sicuro...

spiegati meglio

a quanto ne so il chiodare una falesia implica delle responsabilità...
ti faccio un esempio banale:
1-tu chiodi una parete
2-tutto contento la pubblichi su falesia.it
3-arriva tizio che arrampica sulla tua via e si scatafascia in terra perchè la sosta che hai messo col vinavil non ha retto
4-ti fanno un culo così

viviamo in una società assurda e tutto è possibile, ma prima di aprire bocca e dare fiato, o nella fattispecie, premere tasti più o meno a caso sulla tastiera bisognerebbe avere qualche cognizione di causa.

premesso che non esiste alcuna normativa in proposito, come riferimento dovrebbe esistere un certo ius consuetudinis, per poter affermare quello che affermi.

quindi suppongo tu possa citare qualche caso che ha fatto giurisprudenza in proposito.

altrimenti quello che hai scritto non è altro che la tua idea di quello che dovrebbe essere, o il tuo timore di quello che potrebbe essere...
e non quello che effettivamente è.

ma dovresti specificarlo, invece di lasciarlo alla libera interpretazione di chi ti legge.
14/11/11 @ 18:01:08
 
 

Re: chiodatore

Purtroppo è cosi. Non esiste niente di chiaro in proposito , chi ha lo scrupolo di essere un buon chiodatore si informa e si aggiorna in tal senso . Esistono, a tal proposito, delle norme tecniche ma non legali . Oggi chi scala in maniera autonoma LO FA A SUO RISCHIO E PERICOLO, deve saper valutare le vie (difficoltà , chiodatura ,ecc.) ed eventualmente operare modifiche (calata , ecc) per poter scalare in sicurezza.
14/11/11 @ 18:50:54
 
 

Re: chiodatore

dicimo che le mie idee continuano ad essere abbastanza incerte e confuse....
come faccio ad essere sicuro che la via che affronto è sicura? Certo io arrampico solo in zone abbastanza frequentate e chiodate da persone conosciute nell'ambiente con tutte le garanzie del caso... ma per ipotesi potrebbe esserci ad esempio qualche linea chiodata da un poncopallino qualsiasi che magari non è per niente esperto!
Mah!!!
secondo me ci vorrebbe una bella regolamentazione in materia, mi hanno detto che in Francia è così.
14/11/11 @ 22:30:01
 
 

Re: chiodatore

E' una cosa che chi è alle prime esperienze fa fatica a comprendere, abituati come siamo ad una società in cui sembra ci sia sempre qualcuno cui demandare, a torto o a ragione, la responsabilità di qualcosa.

In arrampicata sei tu che devi valutare se una via è sicura. Se il fix è messo bene nella roccia, se la roccia su cui è messo non è una scaglia instabile, se non ci sono massi pericolosi, se non è messo a distanza tale che un'eventuale caduta possa essere rischiosa per la presenza di cenge, massi o quant'altro.
Se tu che devi valutare se il moschettone di calata è adeguatamente dimensionato, se la sosta è ben fatta, se eventuali cordoni in clessidre non sono marci...

parlamoci chiaro: la maggior parte dei chiodatori sa quello che fa molto di più della maggior parte di quelli che scalano sulle loro vie.

A volte un fix messo in una posizione anziché un'altra segue una logica che ha richiesto molte riflessioni e magari il primo che arriva trova da ridire per motivi ridicoli...

però dato che chiunque può prendere un trapano in mano e bucare, andare in un luogo sconosciuto di cui non si conosce chi ha chiodato, richiede una certa prudenza e attenzione... pena richiare di farsi male.

se invece di pensare di trovare la pappa preconfezionata in ogni cosa si pensasse che in questa libertà c'è la ricchezza che ci permette di trovare falesie in tutte le zone d'italia e di poterne usufruire liberamente... beh anche se a volte ci troviamo a far buon viso a cattivo gioco, vale sempre la pena.

l'alternativa è una regolamentazione, è il patentino, è una legislazione, è il professionismo, è che nessuno chioderebbe più senza un ritorno economico, dato il rischio... è lo snaturamento del nostro sport

o anche... è le falesie segrete... clandestine.
15/11/11 @ 09:00:56
 
 

Re: chiodatore

In francia: esiste una normativa. so che molti chiodatori italiani si ispirano a quelle regole.
per quello che ho potuto constatare scalando in francia non c'è differenza fra una via chiodata bene in francia e una chiodata bene in italia.

e anche in francia ho trovato vie chiodate ab mentula canis

soprattutto, visto che la pelle è la nostra, dobbiamo usare la testa per valutare.
se non sei in grado di valutare fai un passo indietro.
15/11/11 @ 09:09:27
 
 

Re: chiodatore

Buzz ha scritto:
Mr.Orange ha scritto:
atomer82 ha scritto:
Mr.Orange ha scritto:
atsimo ha scritto:
.......la seconda che hai detto...


non ne sarei tanto sicuro...

spiegati meglio

a quanto ne so il chiodare una falesia implica delle responsabilità...
ti faccio un esempio banale:
1-tu chiodi una parete
2-tutto contento la pubblichi su falesia.it
3-arriva tizio che arrampica sulla tua via e si scatafascia in terra perchè la sosta che hai messo col vinavil non ha retto
4-ti fanno un culo così

viviamo in una società assurda e tutto è possibile, ma prima di aprire bocca e dare fiato, o nella fattispecie, premere tasti più o meno a caso sulla tastiera bisognerebbe avere qualche cognizione di causa.

premesso che non esiste alcuna normativa in proposito, come riferimento dovrebbe esistere un certo ius consuetudinis, per poter affermare quello che affermi.

quindi suppongo tu possa citare qualche caso che ha fatto giurisprudenza in proposito.

altrimenti quello che hai scritto non è altro che la tua idea di quello che dovrebbe essere, o il tuo timore di quello che potrebbe essere...
e non quello che effettivamente è.

ma dovresti specificarlo, invece di lasciarlo alla libera interpretazione di chi ti legge.

a quanto ne so buzz
non ho annunciato il verbo
l'argomento l'ho affrontato in più occasioni, sia nei forum che nel mondo reale, con chiodatori, avocati/giudici.. e l'unica cosa certa è che non ci sono certezze sull'argomento..
so,per esempio, che il cai locale si sta interessando per segnalare la nostra falesia al cai centrale per attivare l'assicurazione - proprio perchè il presidente si fa la stessa domanda: chi ci va di mezzo se qualcuno si fa male a causa di un cedimento di un ancoraggio?
sono stato volutamente sul vago proprio perchè non ne so più di tanto, volevo solo consigliare atomer82 di andarci cauto..(anche perchè avevo inteso che fosse sua intenzione iniziare a chiodare..non avevo colto il senso della domanda)
ciao 😉
15/11/11 @ 10:10:07
 
 

Re: chiodatore

appunto, sono tue ipotesi.

ipotizzi una situazione che potrebbe verificarsi e che non si è mai verificata.

io ho chiodato e chiodo. spero di averlo fatto con cognizione di causa.
ben poca roba in confronto a persone che hanno chiodato centinaia o anche migliaia di tiri.

secondo il tuo ragionamento questi dovrebbero non dormire la notte, visto che magari loro hanno fatto tutte le cose fatte bene ma un coglione che si fa male e li cita in giudizio potrebbe sempre esserci, no?

anche se poi fossero assolti, quante noie, quanto tempo perso, quante spese legali...

quindi nessuno dovrebbe chiodare più niente. anzi... ci sarebbe da passare il resto della vita a schiodare quello che hai chiodato... per non rischiare ... 🤐

mi sembra che in italia abbiamo ben altri problemi che questi... fra poco non ci saranno nemmeno più soldi per le ordinarie spese di giustizia...

se proprio devi fare terrorismo psicologico fallo per qualche altro motivo.
15/11/11 @ 14:49:43
 
 

Re: chiodatore

allora nel boulder chi è responsabile, chi pulisce i sassi?

e in alpinismo? perchè allora non dovrebbe essere responsabile l'apritore di una via, se il ripetitore si ammazza per via di un masso instabile o di un chiodo che parte?


caiani. siete proprio caiani.
15/11/11 @ 14:53:44
 
 

Re: chiodatore

anch'io chiodo e dormo tranquillo..
ma quale terrorismo psicologico??
farsi delle domande su quello che potrebbe accadere nel caso che mi sembra quantomeno normale..
poi sei andato a finire sulla pulizia dei sassi e l'alpinismo che non c'entra una beato cazzo col discorso di partenza
boh..
15/11/11 @ 15:40:50
 
 

Re: chiodatore

per me, leggere:

Citazione:
a quanto ne so il chiodare una falesia implica delle responsabilità...
ti faccio un esempio banale:
1-tu chiodi una parete
2-tutto contento la pubblichi su falesia.it
3-arriva tizio che arrampica sulla tua via e si scatafascia in terra perchè la sosta che hai messo col vinavil non ha retto
4-ti fanno un culo così

vuol dire, in italiano corrente, che tu, a quanto ne sai, accade [è accaduto] quello che hai descritto ai punti 1-2-3-4

ovverso tu affermi che sai che "il chiodare una falesia implica delle responsabilità"

ora, siccome quello che descrivi nel tuo esempio NON E' MAI ACCADUTO in Italia, il tuo "a quanto ne so" in realtà vuol dire "io ipotizzo che :" "io ho paura che potrebbe:"

il che è ben diverso.

Poi se la differenza concettualmente non ti è chiara non so che farci. Una lingua non sarà certo una scienza esatta, ma nemmeno uno può dare alle parole il significato che vuole.

Che poi alpinismo e boulder non c'entrino col discorso di partenza è una tua stramba convinzione.
15/11/11 @ 16:35:19
 
 
Mostra prima i messaggi di:

       
Vai alla pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3