Vai alla pagina 1, 2  Successivo
       

Scarpette indoor e in falesia

immagino sia stato già chiesto ma non ho trovato una risposta esauriente.
Volevo alcuni consiglio sulle scarpette da arrampicata. Mi sono segnato a un corso di arrampicata indoor, l'idea è quella ovviamente di andare prima o poi a scalare in falesia.
Per quanto riguarda le scarpette vorrei fare alcune domande:
1)si parla sempre di prendere qualche numero in meno del proprio numero di scarpe, vorrei sapere il vostro parere a riguardo e anche un eventuale spiegazione. Poi se è effettivamente utile in palestra indoor fare una cosa del genere.
2)Se è meglio iniziare con una scarpa mediobassa stile dechatlon e successivamente quando andrò in falesia prenderne una più buona.. e in genere se è meglio avere due scarpette una per la palestra e l'altre per le escursioni.
3) quali scarpe mi cosigliate ed eventualemnte quanti numeri in meno, io porto un 44.

grazie per la risposta...e buona domenica!!
18/09/11 @ 11:26:48
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

xfde ha scritto:
immagino sia stato già chiesto ma non ho trovato una risposta esauriente.
Volevo alcuni consiglio sulle scarpette da arrampicata. Mi sono segnato a un corso di arrampicata indoor, l'idea è quella ovviamente di andare prima o poi a scalare in falesia.
Per quanto riguarda le scarpette vorrei fare alcune domande:
1)si parla sempre di prendere qualche numero in meno del proprio numero di scarpe, vorrei sapere il vostro parere a riguardo e anche un eventuale spiegazione. Poi se è effettivamente utile in palestra indoor fare una cosa del genere.
2)Se è meglio iniziare con una scarpa mediobassa stile dechatlon e successivamente quando andrò in falesia prenderne una più buona.. e in genere se è meglio avere due scarpette una per la palestra e l'altre per le escursioni.
3) quali scarpe mi cosigliate ed eventualemnte quanti numeri in meno, io porto un 44.

grazie per la risposta...e buona domenica!!


tutto è relativo ... qualche numero in meno ??? dipende dal piede ... scarpetta di decathlon ??? meglio rampicare scalzi ??? ... scarpette da consigliare vedi sopra ...

cerca di prendere una scarpetta che non ti faccia male ma che aderisca per bene e soprattutto si adatti alla tua calzata, anche se visto il piedino non da ballerina opterei per qualcosa di sufficentemente rigido (tipo Katana per capire)

ciao


:orma:
18/09/11 @ 15:41:27
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Il prendere un numero in meno serve per alcuni motivi,per quel che ne so',per evitare che scivoli via dal piede,sopratutto dal tallone nei tallonaggi e,sopratutto, per far assumere al piede la forma corretta,e permetterti di caricare sulla punta senza farla cedere; posso però dirti che tutto è variabile sia in base al piede che alle scarpette.
Ad esempio dipende dalle scarpette,già lacci e velcro dello stesso modello hanno spesso vestibilità totalmente diverse;alcune cedono di più,altre di meno...se poi hai la pianta larga o stretta,etc.

Per iniziare ti sconsiglio di prendere una scarpa estrema, sopratutto per l'indoor,le vie facili nelle palestre hanno prese buone e difficilmente necessiterai di una particolare aderenza.

sulla "fascia di prezzo", ci sono due possibilità:
1) fare un acquisto buono (le Katana Laces,ad esempio) prendendo una scarpetta performante ma non estrema che ti consenta di essere usata sia di punta che spalmata sulla parete (per le prime uscite).

2)prendere una scarpa "usa e getta" per i primi tempi,tanto l'arrampicata dà assuefazione,è quindi facile che la prima scarpetta la consumerai molto rapidamente.

Io ho optato per la soluzione n°2 sono partito con addirittura le Quechua da 39 euro, e può sembrare strano ma mi sono trovato meglio che con le Mythos (un acquisto che personalmente ti sconsiglio), ora ho due paia: un' Anasazi della 5.10 e una Katana Laces di due numeri diversi.
Le ho prese del mio numero (la Katana addirittura un mezzo in più...) questoper farti capire di come sia soggettiva la cosa
19/09/11 @ 21:10:08
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

grazie del consiglio, alla fine credo opterò anche io per una scarpetta low cost tipo dechatlon, se poi il discorso arrampicata proseguirà opterò per una scarpetta di buona qualità. 😃
20/09/11 @ 08:58:41
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Io prenderei una scarpetta aderente ma non strettissima magari mezzo numero o un numero in meno. tieni presente che si tratta di misure indicative che possono variare in base al modello o alla marca.
Visto che sono per l'utilizzo in palestra ci aggiungo che la facilità di calzata è fondamentale, quindi prenderei un modello col velcro o ballerina.
21/09/11 @ 00:33:20
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

io ti consiglio queste:
http://www.wildclimb.i...c/v1/?p=88
se stai iniziando un numero meno del tuo va bene.

quelle di decathlon sono soldi buttati, con tutto il rispetto per il materiale quechua, che possiedo in quantità, le scarpette fanno cagare.

queste ci scali in palestra ma anche su roccia.
quando ti troverai a usare il piede su microappigli e lo sentirai scivolare dentro la scarpa allora sarà il momento di una scarpa più performante.... ma credimi... ce ne vuole di tempo, perchè il problema sia veramente tale.
21/09/11 @ 07:06:34
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

E' interessante sapere che c'è gente che farà dei corsi INDOOR e che poi, presuppone, forse, andrà prima o poi a scalare in FALESIA!!!!

E' evidente che c'è sempre qualcosa da imparare.....

Ma un corso direttamente in FALESIA è troppo impegnativo???

8) 8) 8)
21/09/11 @ 08:28:41
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Ruggiero ha scritto:
E' interessante sapere che c'è gente che farà dei corsi INDOOR e che poi, presuppone, forse, andrà prima o poi a scalare in FALESIA!!!!

E' evidente che c'è sempre qualcosa da imparare.....

Ma un corso direttamente in FALESIA è troppo impegnativo???

8) 8) 8)
Beh,spesso per chi comincia l'indoor è più comodo,più facilmente raggiungibile,le lezioni costano spesso meno di un corso in falesia,più versatile(orari e meteo).
Qualcuno,magari può avere anche un po'di timore della Falesia...salvo poi avere reazioni quasi orgasmiche la prima volta che salgono una via in Falesia,e a quel punto sei fregato,la"dipendenza da Arrampicata"ha colpito già!
21/09/11 @ 12:18:53
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Ruggiero ha scritto:
E' interessante sapere che c'è gente che farà dei corsi INDOOR e che poi, presuppone, forse, andrà prima o poi a scalare in FALESIA!!!!

E' evidente che c'è sempre qualcosa da imparare.....

Ma un corso direttamente in FALESIA è troppo impegnativo???

8) 8) 8)

Tu devi essere uno di quelli per cui ciò che fanno loro è fico e chi non fa come loro è un fesso.


Per tua informazione, è probabile che la maggior parte della gente che ha iniziato negli ultimi anni lo abbia fatto con un primo approccio su pareti artificiali.

Te lo dice uno che ha iniziato in montagna, è passato in falesia e buon ultimo su resina.
21/09/11 @ 20:20:46
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

avevo visto il corso del cai qui a roma ma si è riempito subito... In ogni caso volevo fare una cosa continuativa nel tempo quindi l indoor l'avrei comunque fatto, essendo vicino casa etc... Sicuramente è meno esaltante della falesia ma è cmq divertente oltre a essere un buon allenamento. Per la falesia c è tempo....
22/09/11 @ 06:25:35
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Caro Buzz, intanto ti conosco e ti ringrazio per alcune dritte che mi hai dato su alcune vie al GS....

Poi non sei uno scemo e si capisce, è esattamente come dici tu: io sono uno che ha incominciato al GS - ho praticamente imparato un pò da solo e un pò con il grande maestro Tiziano - poi sono passato alle falesie e guarda un pò, quest'anno mi iscrivo alla palestrina per l'infrasettimanale.

Quindi, se un ragazzo mi dice che va in palestra ad imparare e poi andrà un giorno ad arrampicare in falesia, beh rispetto innanzitutto la sua scelta, ci mancherebbe altro, però gli posso (credo) suggerire di andare ad arrampicare sulla roccia vera e provare, dopo il corso, a vedere il mondo dall'alto.

In ultimo quello che faccio io non sempre è solo fico, e di tranvate in montagna ne ho prese anchio.

Ciao Buzz.
22/09/11 @ 14:23:29
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Per l'amico xfde, al CAI di Frascati aprono questa sera le iscrizioni al corso di roccia. Ovviamente o sei qui intorno - Castelli e Roma Sud - oppure diventa impegnativo spostarsi.

E quest'anno dovrebbe essere anche un anno buono per il corso, nel senso della qualità.

L'importante ovviamente è non pensare che esauriti i posti al CAI di Roma siano finiti i corsi di roccia in tutto il Lazio.
22/09/11 @ 14:33:04
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Ruggiero ha scritto:
Caro Buzz, intanto ti conosco e ti ringrazio per alcune dritte che mi hai dato su alcune vie al GS....

Poi non sei uno scemo e si capisce, è esattamente come dici tu: io sono uno che ha incominciato al GS - ho praticamente imparato un pò da solo e un pò con il grande maestro Tiziano - poi sono passato alle falesie e guarda un pò, quest'anno mi iscrivo alla palestrina per l'infrasettimanale.

Quindi, se un ragazzo mi dice che va in palestra ad imparare e poi andrà un giorno ad arrampicare in falesia, beh rispetto innanzitutto la sua scelta, ci mancherebbe altro, però gli posso (credo) suggerire di andare ad arrampicare sulla roccia vera e provare, dopo il corso, a vedere il mondo dall'alto.

In ultimo quello che faccio io non sempre è solo fico, e di tranvate in montagna ne ho prese anchio.

Ciao Buzz.

bien
scusa il mio tono, mi pareva di aver colto una certa supponenza nel tuo primo messaggio.

mi sbagliavo. Può capitare. Io stesso vengo spesso frainteso, per come scrivo.

Anche per il mio percorso sarebbe stato impensabile iniziare dalla resina, però in questi anni ho conosciuto molte situazioni in cui delle persone si avvicinavano all'arrampicata indoor semplicemente perchè è il modo più facile, per chi vive in città, di imparare i minimi necessari per la sicurezza e conoscere altri.

Poi ognuno prosegue secondo le sue possibilità e/o inclinazioni.

Molti mollano. Altri fanno solo resina. Altri si danno al boulder. Qualcuno si fa prendere dalla passione di brutto. E qualcuno si affaccia anche in montagna, tornandoci magari, dopo esperienza escursionistiche, con un bagaglio di conoscenza in più.

Quindi mi meravigliavo che tu ti meravigliassi... :-)

ciao.
22/09/11 @ 14:46:57
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Ruggiero ha scritto:
Per l'amico xfde, al CAI di Frascati aprono questa sera le iscrizioni al corso di roccia. Ovviamente o sei qui intorno - Castelli e Roma Sud - oppure diventa impegnativo spostarsi.

E quest'anno dovrebbe essere anche un anno buono per il corso, nel senso della qualità.

L'importante ovviamente è non pensare che esauriti i posti al CAI di Roma siano finiti i corsi di roccia in tutto il Lazio.

grazie Ruggiero per l'informazione, ma Frascati è un po' lontanuccio da casa mia io abito a roma sud/ovest, sarebbe una traversata.. nel frattempo ho iniziato il corso indoor in palestra, devo dire che mi piace abbastanza anche se immagino la falesia sia tutta un'altra cosa! li in palestra ho anche conosciuto qualche ragazzo che va regolarmente in falesia, hanno fatto un bel gruppetto e tra poco penso mi aggiungerò anche io, a fare un po di esperienza sul campo.. alla fine imparare dagli altri non mi dispiace e sotto certi punti di vista credo sia anche meglio di un corso. Ad ogni modo verso aprile a Roma partirà un altro corso CAI di arrampicata su roccia e credo ci farò un pensierino...
23/09/11 @ 16:15:55
 
 

Re: Scarpette indoor e in falesia

Ciao xfde,
allora facciamo così, fatti questo bel corso indoor, tanto fra poco inizierà a piovere e quindi avrai risolto anche questo problema meteo - al coperto, INDOOR per l'appunto -. Poi finito il corso, rifatti vivi sul blog, e ci vedremo a Sperlonga ad arrampicare, dando per scontato che alla fine avrai capito che ti piacerà arrampicare.
Tanto lo so..., è il mio destino, portare ad arrampicare i neo-corsisti, e fargli le dovute "shampate" (da shampoo) per le cazzate che mi faranno in parete. Non ti offendere, è così per tutti e non ci si può fare nulla...
E' un problema noto nell'arrampicata, partire in autonomia dopo il corso. Anche dopo il miglior corso... il problema è non farsi male. Chi ha un pò di esperienza mi capisce.
26/09/11 @ 09:03:27
 
 
Mostra prima i messaggi di:

       
Vai alla pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2