Relazione via

Vie Alpinistiche

Discussioni, relazioni, commenti sulle vie alpinistiche



       

Relazione via

Oggi sono salito su uno sgabello, sue chiodi e fix di sosta sono stati lasciati
24/03/07 @ 11:18:31
 
 

Re: Relazione via

Heinz écrit:
Oggi sono salito su uno sgabello, sue chiodi e fix di sosta sono stati lasciati

Domenica se il tempo lo permette vorrei provarla...qualcuno ha ulteriori info?
28/11/07 @ 03:19:00
 
 

Re: Relazione via

placca verticale se la fai in libera è dura
28/11/07 @ 09:30:37
 
 

Re: Relazione via

GherardRosenthal écrit:
Heinz écrit:
Oggi sono salito su uno sgabello, sue chiodi e fix di sosta sono stati lasciati

Domenica se il tempo lo permette vorrei provarla...qualcuno ha ulteriori info?

è dura ma le soste sono comode.
la partenza è da seduto.
28/11/07 @ 13:57:29
 
 

Re: Relazione via

elcapo écrit:
la partenza è da seduto.

Da roma con la macchina? 🙄
28/11/07 @ 14:17:16
 
 

Re: Relazione via

Ieri ho ripetuto il primo tiro e poi ho continuato la linea di heinz per altri due tiri. Gran bell'ambiente, difficoltà quasi sempre sostenute e omogenee.

L1 - heinz

L2 - dalla sosta obliquare a destra su placca, si supera un tettino ammanigliato (mensola) Fate attenzione a delle cose che si muovono (libri e palla con neve dentro souvenir di venezia)
difficile ristabilimento sulla mensola ma sosta comoda.

L3 - dalla sosta salire il netto diedro che la parete forma con l'armadio (diedro di sinistra) (passo difficile in artificiale con ganci sulle cerniere; segue un difficile e lungo traverso seguendo la fessura che la parte alta dell'armadio forma con il tetto sommitale fino ad arrivare all'altro evidente diedro armadio-parete di destra.
Passo duro per chi è alto meno di 1.85 (lancio?) al lampadario dove si sosta appesi.

Da questo ci si cala agevolmente in doppia.


Itinerario di grande soddisfazione.
Consiglio ai ripetitori di controllare il meteo regolando la temperatura dei caloriferi. Infatti in alto fa piuttosto caldo.

Pericoli oggettivi notevoli. L'apertura delle ante infatti può risultare pericolosa nel traverso di L3. Assicurarsi quindi di essere soli.

Normale dotazione alpinistica. utili ganci per il passaggio del diedro, non ancora risolto in libera. (un problema rimasto)

Altro problema è il proseguimento eventuale della via, dalla sosta appesi al lampadario.
29/11/07 @ 09:18:42
 
 

Re: Relazione via

Buzz écrit:
Ieri ho ripetuto il primo tiro e poi ho continuato la linea di heinz per altri due tiri. Gran bell'ambiente, difficoltà quasi sempre sostenute e omogenee.

L1 - heinz

L2 - dalla sosta obliquare a destra su placca, si supera un tettino ammanigliato (mensola) Fate attenzione a delle cose che si muovono (libri e palla con neve dentro souvenir di venezia)
difficile ristabilimento sulla mensola ma sosta comoda.

L3 - dalla sosta salire il netto diedro che la parete forma con l'armadio (diedro di sinistra) (passo difficile in artificiale con ganci sulle cerniere; segue un difficile e lungo traverso seguendo la fessura che la parte alta dell'armadio forma con il tetto sommitale fino ad arrivare all'altro evidente diedro armadio-parete di destra.
Passo duro per chi è alto meno di 1.85 (lancio?) al lampadario dove si sosta appesi.

Da questo ci si cala agevolmente in doppia.


Itinerario di grande soddisfazione.
Consiglio ai ripetitori di controllare il meteo regolando la temperatura dei caloriferi. Infatti in alto fa piuttosto caldo.

Pericoli oggettivi notevoli. L'apertura delle ante infatti può risultare pericolosa nel traverso di L3. Assicurarsi quindi di essere soli.

Normale dotazione alpinistica. utili ganci per il passaggio del diedro, non ancora risolto in libera. (un problema rimasto)

Altro problema è il proseguimento eventuale della via, dalla sosta appesi al lampadario.

Alcune domande sulla via. Innanzitutto sul tiro L2 tocca fa 'a ribbaltina?
E poi: consigli il dulfer per superare la fessura?
Io ho provato a proseguire l'itinerario dal lampadario lanciando su piccole tacche (stipiti della porta del salone) ma qualcuno ha pensato bene di aprire la porta mentre lanciavo e mi sono fatto 15 metri di volo (si sono staccati i due nuts in parete). Appena recupero però ci torno perché il posto merita davvero
29/11/07 @ 15:23:57
 
 

Re: Relazione via

Dexter écrit:
Buzz écrit:
Ieri ho ripetuto il primo tiro e poi ho continuato la linea di heinz per altri due tiri. Gran bell'ambiente, difficoltà quasi sempre sostenute e omogenee.

L1 - heinz

L2 - dalla sosta obliquare a destra su placca, si supera un tettino ammanigliato (mensola) Fate attenzione a delle cose che si muovono (libri e palla con neve dentro souvenir di venezia)
difficile ristabilimento sulla mensola ma sosta comoda.

L3 - dalla sosta salire il netto diedro che la parete forma con l'armadio (diedro di sinistra) (passo difficile in artificiale con ganci sulle cerniere; segue un difficile e lungo traverso seguendo la fessura che la parte alta dell'armadio forma con il tetto sommitale fino ad arrivare all'altro evidente diedro armadio-parete di destra.
Passo duro per chi è alto meno di 1.85 (lancio?) al lampadario dove si sosta appesi.

Da questo ci si cala agevolmente in doppia.


Itinerario di grande soddisfazione.
Consiglio ai ripetitori di controllare il meteo regolando la temperatura dei caloriferi. Infatti in alto fa piuttosto caldo.

Pericoli oggettivi notevoli. L'apertura delle ante infatti può risultare pericolosa nel traverso di L3. Assicurarsi quindi di essere soli.

Normale dotazione alpinistica. utili ganci per il passaggio del diedro, non ancora risolto in libera. (un problema rimasto)

Altro problema è il proseguimento eventuale della via, dalla sosta appesi al lampadario.

Alcune domande sulla via. Innanzitutto sul tiro L2 tocca fa 'a ribbaltina?
E poi: consigli il dulfer per superare la fessura?
Io ho provato a proseguire l'itinerario dal lampadario lanciando su piccole tacche (stipiti della porta del salone) ma qualcuno ha pensato bene di aprire la porta mentre lanciavo e mi sono fatto 15 metri di volo (si sono staccati i due nuts in parete). Appena recupero però ci torno perché il posto merita davvero


Scusate un attimo, non ho capito bene...

dov'è che hanno internato heinze? 😯
30/11/07 @ 00:45:26
 
 

Re: Relazione via

danser écrit:
Dexter écrit:
Buzz écrit:
Ieri ho ripetuto il primo tiro e poi ho continuato la linea di heinz per altri due tiri. Gran bell'ambiente, difficoltà quasi sempre sostenute e omogenee.

L1 - heinz

L2 - dalla sosta obliquare a destra su placca, si supera un tettino ammanigliato (mensola) Fate attenzione a delle cose che si muovono (libri e palla con neve dentro souvenir di venezia)
difficile ristabilimento sulla mensola ma sosta comoda.

L3 - dalla sosta salire il netto diedro che la parete forma con l'armadio (diedro di sinistra) (passo difficile in artificiale con ganci sulle cerniere; segue un difficile e lungo traverso seguendo la fessura che la parte alta dell'armadio forma con il tetto sommitale fino ad arrivare all'altro evidente diedro armadio-parete di destra.
Passo duro per chi è alto meno di 1.85 (lancio?) al lampadario dove si sosta appesi.

Da questo ci si cala agevolmente in doppia.


Itinerario di grande soddisfazione.
Consiglio ai ripetitori di controllare il meteo regolando la temperatura dei caloriferi. Infatti in alto fa piuttosto caldo.

Pericoli oggettivi notevoli. L'apertura delle ante infatti può risultare pericolosa nel traverso di L3. Assicurarsi quindi di essere soli.

Normale dotazione alpinistica. utili ganci per il passaggio del diedro, non ancora risolto in libera. (un problema rimasto)

Altro problema è il proseguimento eventuale della via, dalla sosta appesi al lampadario.

Alcune domande sulla via. Innanzitutto sul tiro L2 tocca fa 'a ribbaltina?
E poi: consigli il dulfer per superare la fessura?
Io ho provato a proseguire l'itinerario dal lampadario lanciando su piccole tacche (stipiti della porta del salone) ma qualcuno ha pensato bene di aprire la porta mentre lanciavo e mi sono fatto 15 metri di volo (si sono staccati i due nuts in parete). Appena recupero però ci torno perché il posto merita davvero


Scusate un attimo, non ho capito bene...

dov'è che hanno internato heinze? 😯


E' al C.I.M. non è più voluto scendere dallo sgabello.
30/11/07 @ 18:50:46
 
 

Re: Relazione via

Dexter écrit:
danser écrit:
Dexter écrit:
Buzz écrit:
Ieri ho ripetuto il primo tiro e poi ho continuato la linea di heinz per altri due tiri. Gran bell'ambiente, difficoltà quasi sempre sostenute e omogenee.

L1 - heinz

L2 - dalla sosta obliquare a destra su placca, si supera un tettino ammanigliato (mensola) Fate attenzione a delle cose che si muovono (libri e palla con neve dentro souvenir di venezia)
difficile ristabilimento sulla mensola ma sosta comoda.

L3 - dalla sosta salire il netto diedro che la parete forma con l'armadio (diedro di sinistra) (passo difficile in artificiale con ganci sulle cerniere; segue un difficile e lungo traverso seguendo la fessura che la parte alta dell'armadio forma con il tetto sommitale fino ad arrivare all'altro evidente diedro armadio-parete di destra.
Passo duro per chi è alto meno di 1.85 (lancio?) al lampadario dove si sosta appesi.

Da questo ci si cala agevolmente in doppia.


Itinerario di grande soddisfazione.
Consiglio ai ripetitori di controllare il meteo regolando la temperatura dei caloriferi. Infatti in alto fa piuttosto caldo.

Pericoli oggettivi notevoli. L'apertura delle ante infatti può risultare pericolosa nel traverso di L3. Assicurarsi quindi di essere soli.

Normale dotazione alpinistica. utili ganci per il passaggio del diedro, non ancora risolto in libera. (un problema rimasto)

Altro problema è il proseguimento eventuale della via, dalla sosta appesi al lampadario.

Alcune domande sulla via. Innanzitutto sul tiro L2 tocca fa 'a ribbaltina?
E poi: consigli il dulfer per superare la fessura?
Io ho provato a proseguire l'itinerario dal lampadario lanciando su piccole tacche (stipiti della porta del salone) ma qualcuno ha pensato bene di aprire la porta mentre lanciavo e mi sono fatto 15 metri di volo (si sono staccati i due nuts in parete). Appena recupero però ci torno perché il posto merita davvero


Scusate un attimo, non ho capito bene...

dov'è che hanno internato heinze? 😯


E' al C.I.M. non è più voluto scendere dallo sgabello.

aiuto swarma se mangiato heinz. 😯
04/12/07 @ 15:02:25
 
 

Re: Relazione via

Tutto a posto sono qui.

ho passato qualke mese da ikea a preparare nuove ascensioni.
14/12/07 @ 17:57:20
 
 

Re: Relazione via

Heinz écrit:
Tutto a posto sono qui.

un ossimoro.
16/12/07 @ 15:34:33
 
 

Re: Relazione via

Buzz écrit:
Heinz écrit:
Tutto a posto sono qui.

un ossimoro.

No un Possimorì! 🙄
16/12/07 @ 20:15:44
 
 

Re: Relazione via

siete troppo forti...
17/02/10 @ 22:32:31
 
 
Montrer les messages depuis:

       
Page 1 sur 1