nuova via a leano

Alpinismo e contaminazioni

Descrivete qui le vostre realizzazioni, le vie in montagna, classiche e non.


Go to page 1, 2  Next
       

nuova via a leano

visto che PM ha chiuso , riposto la relazione e le foto qui, non si sa mai a qualcuno venisse voglia fare la prima ripetiSion

--

“Furto Estivo” 20 agosto 2006 - Leano – Torre ELENA, versante OSO

dsl 90 mt, sviluppo 120
L.Barberis , S.D’Annibale
Difficoltà proposta D+ (passaggi fino al 5+)
Utili dadi fino al n.3 (Cassin) friend fino al 3 (Ande - Camp), chiodi per le soste e protezioni intermedie
In ombra fino a mezzo giorno.
Tempo complessivo : poco meno di 4 ore comprese le calate

La valutazione della via, probabilmente compressa, è da confermare.
Su L3 e L4, nonostante si sia cercato di pulire il più possibile, esiste il pericolo di caduta sassi anche di notevoli dimensioni.
Su L4 sono presenti due posatoi o nidi di piccoli rapaci, sicuramente molto vecchi vista l’assenza di piume, residui di cibo e guano. Lungo la prima calata che scende dal diedro a destra di L4, è presente un nido molto più grande dei primi due, anche questo abbandonato da tempo, di un grosso rapace, probabilmente un pellegrino.

Avvicinamento:
dal casello ferroviario sull’Appia antica, si segue il sentiero per il settore dell’avancorpo; a questo punto ci sono due possibilità: o si prosegue sul sentiero fino alla base della torre, o si sale dal diedro giallo o dal diedro grigio (vie a dx del settore avancorpo) che escono a 30 metri dalla base di Torre Elena. La via parte da uno sperone all’estrema sinistra della torre, su una placca alla fine del cengione con evidenti strapiombi rossi e grottini, guardando la partenza de “Il povero Elia” (da quella cengia partono numerose vecchie vie di cui sono ancora visibili vecchi chiodi e cordini)


L1 25 mt V+ utilizzati 2 chiodi (uno lasciato in partenza) e dadi
partenza su una placca gialla poco proteggibile (V+); in uscita dalla placca leggermente a sinistra, calcare grigio ben ammanigliato.
Sosta su chiodi sotto un evidente tetto sulla perpendicolare della partenza.

L2 25 mt III/III+ utilizzato 1 chiodo dadi e friend
10 metri di traverso facile sotto al tetto a destra della sosta (1 chiodo lasciato), finito il tetto risalire uno stretto e corto diedro (quasi una fessura) ostruito nella parte superiore da arbusti; tenendosi sulla sinistra la parete rocciosa, scavalcato l’arbusto, si risale una facile placchetta fino ad un evidente corpo roccioso su cui fare sosta con chiodi.

L3 30 mt IV+ utilizzati 2 chiodi, friend e cordino su masso incastrato nella fessura
si risale una placca appoggiata in mezzo ad un largo diedro grigio, alla fine del quale, salito un alto gradino (ATTENZIONE AI MASSI INSTABILI), si arriva ad una non banale placca (IV+) tagliata da due grosse fessure che formano una V rovesciata, risalita la quale si organizza la sosta su chiodi, sulle rocce di fronte ad un albero.

L4 40 mt V/V+ utilizzato 1 chiodo dadi e friend
Da S3 si risale su una placca grigia, fino all’altezza di una piccola e profonda cavità. Vista la cattiva qualità della roccia (molte scaglie instabili e roccia a volte notevolmente fratturata), abbiamo traversato a destra per alcuni metri verso un diedro dentro il quale corre una vecchia via ( "Il ditone", chiodi arrugginiti). Qualche metro prima del diedro si riesce a risalire verso un blocco compatto di roccia arancione, che riporta la via sulla linea precedente al traverso (esattamente al centro tra lo spigolo a sx ed il diedro a dx). Si continua su roccette compatte, sempre verticali, poco proteggibili e sempre contornate da roccia cattiva. Quasi sulla sommità, un po’ a destra rispetto alla linea di salita, all’altezza di un albero di ginepro(?) e’ stata allestita la quarta sosta con due chiodi ed un cordone per la calata.





Discesa

La prima doppia è stata fatta calandosi da S4; le altre calate sono state fatte dalle soste de “Il povero Elia”. La catena si trova su un evidente terrazzino grigio, poco più in alto a destra di S3.

Per chi non conoscesse “Il povero Elia”: dalla catena del terrazzino, per arrivare alla calata successiva, ci si deve spostare almeno 5-6 metri sulla roccia a destra delle palmette che si intravedono mentre ci si cala (la roccia è qualche metro più in alto delle palme, grigia con striature bianche, a destra di un grosso albero). Con la seconda calata da “Il povero Elia”, si raggiunge il cengione degli strapiombi rossi e dei grotini, all’inizio del quale (sx) si trova la partenza di “Furto estivo”

rosso=furto estivo
giallo=calata


l1



l2


l3


l4

17/11/06 @ 11:08:59
 


Last edited by tclimb on 20/11/06 @ 13:22:00; edited 3 times in total
 

Re: nuova via a leano

fico!


prima o poi ci dovro' andare a leano...
17/11/06 @ 11:28:12
 
 

Re: nuova via a leano

ah complimenti eh!!!!
17/11/06 @ 11:29:37
 
 

Re: nuova via a leano

Incredibile.......Leano........ 😁
Quasi l'avevo dimenticata
17/11/06 @ 13:57:31
 
 

Re: nuova via a leano

snella wrote:
Incredibile.......Leano........ 😁
Quasi l'avevo dimenticata

Sarà l'età che avanza...
17/11/06 @ 14:52:52
 
 

Re: nuova via a leano

GherardRosenthal wrote:
snella wrote:
Incredibile.......Leano........ 😁
Quasi l'avevo dimenticata

Sarà l'età che avanza...

Fottiti :black:
tu manco lo sai ndo sta Leano..... 😈
17/11/06 @ 15:35:46
 
 

Re: nuova via a leano

snella wrote:
GherardRosenthal wrote:
snella wrote:
Incredibile.......Leano........ 😁
Quasi l'avevo dimenticata

Sarà l'età che avanza...

Fottiti :black:
tu manco lo sai ndo sta Leano..... 😈

:love:

http://www.rivieradici...a:%20Leano
17/11/06 @ 15:52:50
 
 

Re: nuova via a leano

minchia... la relazione per la riviera l'ho fatta io, non pensavo l'avesse letta qualcuno su quel sito! 😯
18/11/06 @ 09:47:48
 
 

Re: nuova via a leano

Bella! Peccato che io i chiodi manco so come si usano! 😁 😁
18/11/06 @ 10:04:03
 
 

Re: nuova via a leano

tclimb wrote:
minchia... la relazione per la riviera l'ho fatta io, non pensavo l'avesse letta qualcuno su quel sito! 😯

Se cerchi con google è il primo che viene fuori.
18/11/06 @ 14:09:22
 
 

Re: nuova via a leano

net-surfer wrote:
Bella! Peccato che io i chiodi manco so come si usano! 😁 😁

è semplicissimo, la parte appuntita va rivolta verso la parete, il resto dovrebbe essere abbastanza intuitivo 😃
18/11/06 @ 15:34:13
 
 

Re: nuova via a leano

snella wrote:
GherardRosenthal wrote:
snella wrote:
Incredibile.......Leano........ 😁
Quasi l'avevo dimenticata

Sarà l'età che avanza...

Fottiti :black:
tu manco lo sai ndo sta Leano..... 😈

dalle parti di Lugano? 😉
18/11/06 @ 15:41:00
 
 

Re: nuova via a leano

tclimb wrote:
visto che PM ha chiuso , riposto la relazione e le foto qui, non si sa mai a qualcuno venisse voglia fare la prima ripetiSion


bella Luca, uno di questi we ci faccio una scappata e poi te faccio sapè... 😃
18/11/06 @ 15:44:05
 
 

Re: nuova via a leano

grande
18/11/06 @ 16:38:25
 
 

Re: nuova via a leano

net-surfer wrote:
Bella! Peccato che io i chiodi manco so come si usano! 😁 😁

a martellate
18/11/06 @ 16:39:22
 
 
Display posts from previous:

       
Go to page 1, 2  Next
Page 1 of 2