Bivacco Pol nel Gran paradiso

Trekking, Ferrate e Altro

Trekking, Ferrate, Rifugi, bivacchi, luoghi di interesse storico ambientale o paesaggistico, insomma tutto quello che avete da dire sulla montagna



       

Bivacco Pol nel Gran paradiso



Si tratta di un trekking piuttosto difficile o se volete di una facile via alpinistica (3° grado, un passaggio obbligatorio di IV° breve 7mt ma molto esposto.)
Paesaggio mozzafiato, montagne cascate e ghiacciai



L'ho fatto a luglio con un mio amico, appassionato di montagna fin da bimbo ma con quasi nessuna esperienza di roccia. Benchè le difficoltà siano molto basse consiglio prudenza agli inesperti, l'ambiente è severo e 1600 metri di dislivello richiedono un po' di fiato.

Si parte da Valmontey 1600 mt (cogne) e si arriva in giornata ai bivacchi Pol e Grappein 3200, consiglio di pernottarci per sentire il ghiacciaio e perchè altrimenti diventa un'ammazzata.
per un'ora circa si procede per una gradevole stradina nel bosco, tra malghe e ruscelli seguendo le indicazioni per il bivacco Pol, poi si taglia a destra, il sentiero diventa stretto e ripido e sale su una parete, gli escursionisti diventano più radi così come gli alberi. Qui l'esposizione assolatissima fa sudare 7 camicie, a metà di questa salita c'è una bellissima cascata dove si possono riempire le borracce e riposarsi un po' (2h circa dalla partenza) dopo altre 2 ore circa si arriva all'ultimo bivio da una parte il cartello segnala il Pol dall'altra il bivacco "Borghi" seguiamo la prima indicazione e da ora in poi dovremo fare parecchia attenzione perchè degli gnometti e dei segni con vernice saranno gli unici segnali e perdersi non è affatto difficile.
Procedendo a sinistra si guadano 2 torrenti (se fa caldo sono in piena e bisogna scegliere con cura il punto) poi si sale su una ripida cresta franabile seguendo gli gnometti e si arriva all'attacco di una breve ferrata attrezzata con una catena 20 mt, ne troveremo altre 5, una è molto esposta, scendere per chi è poco pratico di arrampicata può essere parecchio difficile (Imbrago e set da ferrata caldeggiatissimi).
Dopo l'ultima ferrata c'è una ripida pitraia su cui bisogna fare molta attenzione ai sassi e a non cadere, poi si traversa su roccia compatta (3° continuo per 40 metri) Lo abbiamo fatto slegati ma in caso di dubbio si può proteggere con qualche dado medio/grande. poi si ritrova il sentiero che sale per qualche centinaio di merti alternando qualche salto di 4/5 metri di 3°, qui è facile perdersi ( noi lo abbiamo fatto e ci siamo trovati a fare un traverso difficile e poco proteggibile, per fortuna avevamo previsto la nostra stoltezza e avevamo un'equipaggiamento abbondante,

con 1 friend 0 e 1ball nuts abbiamo risolto)arrivati a 20 metri dal bivacco, lo si vede bene, ci si trova di fronte ad un muro alto 5/6 metri che sbarra il passaggio, si sale traversando a sx (IV°) sotto c'è il nulla, il passaggio si protegge con 2 friend misura 4 in una fessura compattissima. arrivati.

consigli: partire presto, portare imbrago, casco, set da ferrata, uno spezzone di corda di 30mt, 2 friend da 4, necessario per mangiare (nel bivacco trovate molte coperte, inutile portare i sacchi a pelo (magari una coperta termica di emergenza che secondo me in montagna dovrebbe esserci sempre)




19/10/04 @ 13:36:48
 
 

Re: Bivacco Pol nel Gran paradiso

Heinz wrote:
avevamo un'equipaggiamento abbondante



emmecoioni
per andare al bivacco pol c'avevate materiale per aprì na via sulle jorasses

😁 😁 😁 😁
12/04/07 @ 08:30:03
 
 

Re: Bivacco Pol nel Gran paradiso

ma che so i gnometti?
12/04/07 @ 10:21:01
 
 

Re: Bivacco Pol nel Gran paradiso

marcodp wrote:
ma che so i gnometti?

meglio non indagare... 🙄
12/04/07 @ 11:03:15
 
 
Display posts from previous:

       
Page 1 of 1